13 librerie per meno di 800 abitanti ovvero come la passione per i libri ha rigenerato il borgo medioevale di Bécherel con lo scopo di "Vivere e lavorare in paese" basandosi su valori di solidarietà e autonomia. Una bella storia che l'associazione Saven Duer (trampolino in bretone) avvia alla fine degli anni '80. Seguendo l'esempio di Hay-on-Wye in Galles e Radu nelle Ardenne belghe, librai, "bouquiniste", esperti di libri antichi, appassionati organizzano nel 1989 il primo Festival del Libro a Bécherel. Da quel momento il piccolo borgo, dal fiorido passato ma a rischio spopolamento e depressione, ritrova l'identità, "raison d'être" e persone che vanno e vengono, prendono casa, diventando parte del circuito delle città del libro francesi ed europee. Fra vicende alterne, librerie che passano di mano, piccole crisi, nuovi arrivi Bécherel è diventata una tappa imperdibile per gli appassionati di libri e per coloro che visitano la Bretgna. La trovate a 30 km da Rennes, in direzione Saint Malo. Fate un salto all'ufficio del turismo denominato Maison du Livre et du Tourisme per ricevere tutte le informazioni sugli eventi del momento,  per partecipare al mercato del libro e ritirare l'elenco delle librerie e degli atelier dedicati alla carta, alla rilegatura, alla calligrafia, all'illustrazione...Un percorso entusiasmante, da concludere al Café-Librairie Gwrizienn fra libri della storia e della cultura bretone e una cioccolata calda.

 

 

 TAG:      

 

 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

LASCIA UN COMMENTO